Mappa del Sito

ARMANDO DAL FABBRO

Architetto, accademico dal 2021

Armando Dal Fabbro (1956), architetto, vive e lavora a Venezia. La sua ricerca progettuale verte sui temi della composizione e della figurazione in architettura. L’indagine sui rapporti tra costruzione e figurazione esplora i luoghi della contemporaneità: dall’architettura della città alla conservazione-trasformazione delle strutture edilizie in contesti complessi antichi e nuovi. Partecipa a concorsi di progettazione internazionali ed esposizioni collettive di architettura: La Triennale di Milano 1995; Biennale Internazionale di Architettura di Cracovia, edizioni 1996, 1998, 2000; La Biennale di Venezia, Mostra internazionale di architettura, edizioni 2002, 2006, 2012; Piranesi Prix de Rome. Progetti per la nuova via dei Fori Imperiali, 2016; Expo dopo expo. Scuole di architettura italiane per Milano, 2017; Berlin City West, 2020. Nel 1996 ha ricevuto il Gran Prix e la menzione d’onore della VI Biennale Internazionale di Architettura di Cracovia per il progetto di recupero della piazza Rinek Glowny di Cracovia, nel 2000 è stato insignito della medaglia d’Onore del Politecnico di Cracovia e nel 2016 della medaglia Bene Merentibus dell’International Conference Defining Architectural Space della Facoltà di Architettura dell’Università di Cracovia.  Le principali opere realizzate sono: la chiesa di San Michele Arcangelo a Sacile (Pordenone) (1987-1993); il Venezia Lifestyle Center, recupero di un edificio industriale a Venezia-Porto Marghera (2008-2012); il complesso residenziale per sessanta alloggi di Social Housing di via Mattuglie a Venezia-Mestre (2012-2017). Professore ordinario, insegna Composizione architettonica e urbana presso l’Università IUAV di Venezia; dal 2001 è membro del collegio docenti del Dottorato di Ricerca in Composizione Architettonica allo IUAV e dal 2018 ne è il coordinatore. Come visiting professor è invitato periodicamente presso diverse università straniere (Politecnico di Cracovia, MSA Münster, UCN Antofagasta, NMMU Port Elisabeth). Fa parte del comitato scientifico di alcune collane di architettura (Teca Napoli; Proyecto, Progreso, Arquitectura, Siviglia; Ricerche in composizione urbana, Siracusa; Moderni maestri, Napoli, Il progetto dell’arché, Parma). Principali pubblicazioni: Il Progetto razionalista, Modena 1994; Clorindo Testa. L’architettura animata, Venezia 2003; Astrazione e memoria, Napoli 2009; Progetto Porto Marghera, Venezia 2012; Venezia dall’Alto, Milano 2014; Machinae compositive, Venezia 2016; Archeologia vivente, Roma 2017; In luoghi di avanguardia antica, Padova 2017, Per un inventario operativo. Il caso Pesaro, Padova 2018, L’architettura come Ars combinatoria, Siracusa 2019, Berlin City West, Siracusa 2020. Membro dell’Accademia Nazionale di San Luca dal 2021.

 

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.