Mappa del Sito
News dall'accademia
20/apr/2017 - 20/apr/2017

Omaggio a Sauro Bocchi

Giovedì 20 aprile 2017 alle 17.30 presso l’Accademia Nazionale di San Luca si terrà l'incontro Omaggio a Sauro Bocchi per ricordare la figura del gallerista, amante dell'arte e degli artisti, recentemente scomparso.

Introdotti da Francesco Moschini interverranno Achille Bonito Oliva, Laura Cherubini, Maria Piera Leonetti, Stefania Miscetti e Rosa Sandretto.
Durante la serata verranno lette le testimonianze di Giorgio e Nancy Spanu e Pieranna Cavalchini.

 

Così Laura Cherubini ha ricordato Sauro Bocchi all'indomani della sua scomparsa avvenuta lo scorso febbraio: "Sauro viveva per l'arte e per il mondo dell'arte, ci aveva investito tutto il suo patrimonio, tutto il suo tempo e tutte le sue energie. Quando io e Barbara Tosi lo conoscemmo aveva una fiammante Ferrari. Veniva da una ricca famiglia modenese ma aveva lasciato tutto, la famiglia e l'azienda per andare a studiare storia dell'arte al Dams di Bologna. Poi era venuto a Roma, città che adorava (e che forse era rimasto l'unico ad amare così tanto) e aveva aperto una piccola galleria in un posto bellissimo, a Palazzo Ricci. Per alcuni anni quello spazio, frequentato da critici come Achille Bonito Oliva e artisti come Luigi Ontani, era diventato un appuntamento, con le piccole cene che Sauro cucinava personalmente. Aveva cercato di fare un discorso più culturale che commerciale proponendo artisti in cui rintracciava una qualità, ma che non erano abbastanza riconosciuti. Non voleva seguire le mode e sappiamo quanto questo non sia affatto facile. Aveva dato molto spazio ad alcune brave artiste (e sappiamo che anche questo allora non era facile): Cloti Ricciardi ad esempio e Lisa Montessori, ora giustamente recentemente riscoperta. Gli avevo suggerito io di lavorare con Fabio Mauri, un artista che avevo sempre amato molto e a cui mi legava una grande amicizia e fu così che nacque nel 1991 una splendida mostra, "Due acquerelli" che presentai con Barbara Tosi: un antico e grande pantografo infilzava due acquerelli monocromi neri doppiato da un modellino in miniatura. Il cataloghino era povero (ma bello) perché Sauro non aveva soldi, ma cercava sempre quando poteva di fare piccole pubblicazioni. Aveva continuato per parecchi anni a lavorare con Mauri e lo aveva sostenuto negli anni difficili, credo che anche uno dei primi zerbini di Fabio sia stato fatto per Sauro. Legato al grande Luciano Pistoi aveva partecipato con l'amica Stefania Miscetti all'avventura di "Bellissima", la fiera fondata da Luciano a Firenze. Aveva cercato anche  di lavorare all'organizzazione di progetti e mostre. Dopo la scomparsa di Gino De Dominicis organizzò un omaggio, che curai io (con l'aiuto di Arianna De Rosa, grande amica di Gino, mia e da quel momento anche di Sauro), all'Istituto Italiano di Cultura a Londra. Abbiamo lavorato insieme qualche volta: ricordo la mostra di opere fatte di stoffe e tessuti nelle ex carceri di Spoleto e soprattutto "Trasparenze", il progetto sulle energie alternative (prodotto da Fabula in arte) al Macro Mattatoio di Roma e al Madre di Napoli con lavori appositamente realizzati di Nari Ward, Ackroyd and Harvey, Georges Adéagbo, Liliana Moro, Bruna Esposito... e il grande capolavoro di Tony Cragg. Ricordo una bellissima tavola rotonda al tavolo "mediterraneo" di Pistoletto con Michelangelo e l'assessore Croppi. Pur venendo da una famiglia di imprenditori non aveva un piglio manageriale, pur facendo il mercante non aveva forse il bernoccolo degli affari (e tanto meno il pelo sullo stomaco da affarista). Aveva però la fiducia, la stima e l'affetto di attenti e raffinati collezionisti come Rosa e Gilberto Sandretto e Nancy e Giorgio Spanu. Ciao Sauro, da tutti noi".    

 

Altri riferimenti

On line:

Exibart

 

 

video Nam

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.