Mappa del Sito
News dall'accademia
27/apr/2017 - 27/apr/2017

Presentazione
Il cortile del Tasso

Giovedì 27 aprile 2017 alle 17.30 presso l’Accademia Nazionale di San Luca verrà presentato il volume Il cortile del Tasso (Quodlibet, Macerata 2017) di Ruggero Savinio, artista di fama internazionale e affermato scrittore.

Introdotti da Francesco Moschini, Segretario Generale dell’Accademia Nazionale di San Luca, interverranno Raffaella Battaglini, scrittrice e autrice di testi teatrali, Andrea Cortellessa, critico e storico della letteratura italiana, Franco Purini, architetto, saggista, Accademico Nazionale di San Luca, Sofia Silva, artista e scrittrice.

Sarà presente l’Autore.

 

C’è un uomo che osserva dalla finestra imponenti lavori sotto casa. Stanno costruendo la nuova sede dei servizi segreti in una piazza di Roma. Non è più giovane, anzi. Dall’infanzia, dalla giovinezza e, un po’ per volta, anche dalle altre stagioni della vita riaffiorano frammenti autobiografici. È un artista, un pittore; suo padre e suo zio (Alberto Savinio e Giorgio de Chirico) sono stati chiamati i Dioscuri della nostra arte. Ora sono care ombre che l’autore non smette di interrogare e di raccontare attraverso dettagli illuminanti, ma intorno ci sono, narrati per flash, incontri con Sandrino Contini Bonacossi, Garboli, Soffici, Arcangeli, Leoncillo, Niccolò Tucci e Giuseppe Ungaretti, oppure con compagni di scuola, noti e meno noti. La scuola è il liceo classico Torquato Tasso e proprio intorno all’umor nero dell’autore della Gerusalemme liberata si dipana il flusso dei ricordi.
Ruggero Savinio ha scritto un libro che ha il fascino dell’inattualità, sostenuto da una lingua lieve ed elegante. Vi si mescolano memorie e riflessioni, ma anche un’attenzione al presente, vissuto con l’atteggiamento di chi guarda al nostro tempo da lontano e, senza mettersi in cattedra, ci insegna a osservare e a riflettere.

 

Nato a Torino nel 1934, Ruggero Savinio è considerato oggi uno dei più importanti pittori italiani contemporanei. Ha tenuto molte mostre in Italia e all’estero. Ha trascorso l’infanzia e la prima giovinezza a Roma. Ha vissuto poi alcuni anni a Parigi, un lungo periodo a Milano e attualmente vive e lavora a Roma. Nel 1986 ha ricevuto il Premio Guggenheim. Nel 1988 e nel 1995 è stato invitato alla Biennale di Venezia con una sala personale. È stato celebrato in una grande mostra antologica alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna nel 2012. Tra i suoi libri si segnalano Passaggio della Colomba (Libri Scheiwiller, Milano 2008) e Cartavoce, testi e disegni (Pagine d’Arte, Lugano 2011). Nel 1995 è stato nominato Accademico Nazionale di San Luca nella Classe di Pittura.

 

Altri riferimenti

video Nam

L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.