Mappa del Sito
News dall'accademia
21/mar/2019 - 22/mar/2019

Convegno
Circolazione, scambi e modelli:
gli scultori a Roma nella seconda metà del Cinquecento

 

21 marzo 2019 - Accademia Nazionale di San Luca

22 marzo 2019 - Fondazione Camillo Caetani

 

Nel campo della scultura pochi periodi vantano un dinamismo così forte come il secondo Cinquecento a Roma. La circolazione degli scultori forestieri e dei modelli, la grande committenza pontificia ed ecclesiastica hanno dato un decisivo sviluppo alla ritrattistica, funeraria e non, alla tecnica del bronzo, all’uso crescente ed espressivamente rilevante dei marmi colorati, così come alla grande industria del restauro, dando un forte impulso al mercato collezionistico. Questo periodo della scultura necessita di ulteriori approfondimenti, nonostante gli ultimi lavori di taglio monografico e storico, che intendono riprendere iniziative editoriali e scientifiche come il volume Scultura a Roma nella seconda metà del Secondo Cinquecento: protagonisti e problemi, Roma 2012. Il convegno si propone dunque di indagare la complessità dell’argomento privilegiando le seguenti tematiche: il ritratto, la bottega/cantiere, la circolazione degli artisti e il mercato, il restauro e l’antico. L'intento è quello di offrire un’occasione di confronto e dibattito sulla base di casi concreti e contestualizzati e di approcci complementari che consentano di esaminare i fattori e gli esiti di questa intensa produzione, interessando diversi campi come le soluzioni tecniche, i materiali impiegati, i linguaggi stilistici, l’identificazione di autori, botteghe e committenti.

 

 

Comitato scientifico:

Giovanna Sapori Università degli studi Roma Tre, Paola Di Giammaria Musei Vaticani, Grégoire Extermann Université di Genève, Livia Nocchi Dottore di Ricerca, Giovanna Ioele Fondazione Camillo Caetani, Tancredi Farina SABAP Città dell’Aquila e Comuni del Cratere, Fernando Loffredo New York University, The Cooper Union, Regine Schallert Biblioteca Hertziana

 

Comitato organizzativo:

Grégoire Extermann, Tancredi Farina, Giovanna Ioele, Livia Nocchi

 

 

Per informazioni:

livia.nocchi@hotmail.it, giovannaioele@yahoo.it

gregoireextermann@gmail.com , tancredifarina@gmail.com

convegnoscultura500@gmail.com


 

 

 

Altri riferimenti

 

 

video Nam

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.