Mappa del Sito
News dall'accademia
29/mar/2019 - 29/mar/2019

Presentazione volume
Antonio da Sangallo il Giovane

Architettura e decorazione da Leone X a Paolo III

 

Venerdì 29 marzo 2019 alle ore 17:00 presso Palazzo Carpegna, sede dell’Accademia Nazionale di San Luca, si terrà la presentazione del volume Antonio da Sangallo il Giovane. Architettura e decorazione da Leone X a Paolo III, a cura di Maria Beltramini e Cristina Conti (Officina Libraria, 2018). Dopo i saluti istituzionali di Francesco Cellini, Presidente dell'Accademia Nazionale di San Luca, e di Emore Paoli, Direttore del Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di storia dell’arte - Università di Roma - Tor Vergata, introdotti e coordinati da Francesco Moschini, Segretario Generale dell’Accademia Nazionale di San Luca, interverranno Arnold Nesselrath, professore alla Humboldt-Universität zu Berlin, e Antonio Pinelli,  Accademico Cultore di San Luca e Emerito di Storia dell’arte moderna - Università degli Studi di Firenze. Saranno presenti le Curatrici.

 

Le grandi abilità tecniche e l’efficienza imprenditoriale furono i tratti specifici del modo di praticare l’architettura messo a punto da Antonio da Sangallo il Giovane nel corso della sua lunga e fortunata carriera (Firenze 1484 – Terni 1546). L’impegno nella gestione contemporanea di molteplici edifici in costruzione, che produsse come effetto la formazione di un’articolata compagine di fedelissimi collaboratori, lo sviluppo di un sistema di comunicazione assiduamente perfezionato tramite il disegno, infine la costituzione di una fitta rete di rapporti con gli artisti incaricati dell’ornamento pittorico e plastico delle sue strutture, vennero messe in risalto dalle fonti a partire da Giorgio Vasari. Il ruolo di Antonio apparve infatti da subito preminente anche oltre la conduzione del cantiere edile, estendendosi fino all’impostazione del cantiere decorativo e favorendo un vivacissimo scambio di idee e invenzioni tra i maestri delle diverse arti.

In questo volume vengono presentati gli esiti della giornata di studi Antonio da Sangallo il Giovane. Architettura e decorazione da Leone X a Paolo III svoltasi a Roma, presso la Fondazione Marco Besso, il 21 giugno 2017, col sostegno del Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di storia dell’arte dell’Università degli studi di Roma – Tor Vergata. In quell’occasione, attraverso l’analisi di alcune opere chiave, si è inteso verificare fino a che punto si possa ricostruire di Antonio il Giovane anche un profilo di regista di arredi e di campagne d’ornato, per definire il quale l’architetto poté giovarsi del modello familiare degli zii Giuliano e Antonio il Vecchio e, soprattutto, dell’esperienza maturata all’interno della popolosa bottega di Raffaello, in particolare a contatto con Perino e Polidoro da Caravaggio. L’avanzamento delle ricerche sulla cultura antiquaria e costruttiva di Antonio ‘architetto integrale’ e, congiuntamente, delle conoscenze sul contesto figurativo della Roma leonina, clementina e farnesiana è stata la premessa dell’iniziativa, che si è proposta di comporre tradizioni disciplinari differenti e animare il dialogo tra storici dell’architettura e storici dell’arte di vari atenei e istituti di ricerca italiani ed europei su alcuni episodi cinquecenteschi di intreccio tra architettura e decorazione.

 

 

Altri riferimenti

 

 

video Nam

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.