Mappa del Sito
News dall'accademia
04/mar/2019 - 06/mar/2019

MOSAIKON Initiative

 

Nei giorni 4-6 marzo 2019 si è tenuto a Roma, presso l’Accademia Nazionale di San Luca, la IV Riunione Consultiva Regionale dei paesi partecipanti al progetto Mosaikon: un'iniziativa realizzata dal 2011 in collaborazione tra il Getty Conservation Institute (GCI), la Getty Foundation, l’ICCROM e la Fondazione ICCM, in risposta alla crescente necessità di conservazione e gestione del patrimonio musivo, sia in situ che nei musei dei paesi del Medio Oriente e del Nord Africa. L'obiettivo ultimo di MOSAIKON è salvaguardare questo importante patrimonio culturale e facilitarne la fruizione da parte del pubblico.

L’incontro è stato organizzato dalla Fondazione ICCM e dal Getty Conservation Institute con finanziamento della Fondazione Getty. Il Segretario Generale dell’Accademia, prof. Francesco Moschini, il direttore della Fondazione Getty, Joan Weinstein, il direttore generale dell’ICCROM, Webber Ndoro, il direttore aggiunto del Getty Conservation Institute, Jeanne Marie Teutonico e il presidente della Fondazione ICCM, Roberto Nardi hanno inaugurato i lavori illustrando il contributo che le rispettive istituzioni hanno dato negli anni scorsi al tema della conservazione e valorizzazione del patrimonio musivo.

Sono seguite le presentazioni dei risultati raggiunti nel triennio 2016-18 dai paesi membri del progetto Mosaikon. Cipro, Libano, Giordania, Israele, Palestina, Egitto, Libia, Tunisia, Algeria e Marocco erano rappresentati dai direttori generali delle antichità e dai direttori dei dipartimenti di conservazione. Il gruppo di lavoro era completato da membri della Fondazione Getty, del Getty Conservation Institute, dell’ICCROM e della Fondazione ICCM.

Il risultato dell’incontro sarà presto diffuso con un documento che illustra le strategie decise per il prossimo triennio nel campo della protezione del patrimonio musivo, della formazione dei professionisti e dei formatori di nuova generazione e della politica di gestione dei beni musivi nei paesi del Mediterraneo. In conclusione, Roberto Nardi ha annunciato che l’organizzazione di una riunione triennale dei direttori generali delle antichità dei paesi del Mediterraneo sarà il nuovo impegno fisso della Fondazione ICCM che andrà ad affiancarsi alla conferenza triennale sulla conservazione del mosaico, già arrivata alla sua XIV edizione.

La riunione di Roma ha incluso una visita a Villa Adriana e Villa d’Este. Il gruppo è stato ricevuto dal direttore Andrea Bruciati e la visita si è conclusa con una magnifica cerimonia presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, presenziata dal direttore Valentino Nizzo.

 

 

Sono intervenuti: Mourad Bouteflika e Nadhéra Hebbache (Algeria); Marina Solomidou-Ieronymidou e Eleftherios Charalambous (Cyprus); Eman El Shahawy (Egypt); Ra’anan Kislev e Jacques Neuger (Israel); Ali Al Khayyat e Ahmad El-Amaireh (Jordan); Sarkis El Khoury e Samar Karam (Lebanon); Ahmed Abdulkariem e Abdulraheim Almabrok (Libya); Youssef Khiara e Mustapha Atki (Marocco); Imad Dwden (Palestine); Faouzi Mahfoudh e Hamida Rhouma (Tunisia); Aicha Ben Abed (Mosaikon Institutional Partners/Experts);  Joan Weinstein e Antoine Wilmering (Getty Foundation); Jeanne Marie Teutonico e Tom Roby (Getty Conservation Institute); Roberto Nardi e Stefania Chlouveraki (ICCM); Webber Ndoro e Catherine Antomarchi (ICCROM).

 

 


 

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.