Mappa del Sito
News dall'accademia
25/nov/2019 - 26/nov/2019

Seminario internazionale
Strategie di comunicazione: sviluppo, promozione e innovazione

 

Il seminario fa parte della serie di internazionale “Resarching art market practices from past to present and tools for the future”, istituita nel 2017 da Elisabetta Lazzaro (HKU University of the Arts Utrecht), Nathalie Moureau (Université Paul Valéry Montpellier 3) e Adriana Turpin (IESA, Parigi e Società per la storia del collezionismo). Attraverso presentazioni individuali seguite da discussioni di gruppo, la serie mira a riunire studiosi di diverse discipline e aree di studio del mercato dell'arte per affrontare questioni chiave e metodologie correlate che possono aggiungere conoscenze e/o testimonianze sulle strutture e sui principi del mercato dell'arte. Il primo seminario ha avuto come tela i collezionisti d'arte, il secondo l'artista come imprenditore e la sua carriera, il terzo la formazione e lo sviluppo di nuovi mercati dell'arte.

Il quarto seminario della serie, “Strategie di comunicazione: sviluppo, promozione e innovazione”, è organizzato in collaborazione con l'Accademia Nazionale di San Luca, Roma. Il seminario si rivolge alla comunicazione nel senso di creare, fornire e diffondere contenuti artistici, e come questi processi siano influenzati e influenzino il mercato dell'arte da una prospettiva di innovazione, sia tecnica che sociale. Significativo è inoltre il ruolo dell'arte e della comunicazione nello sviluppo, vuoi culturale, vuoi economico, di particolari territori.

La comunicazione implica lo sviluppo di strategie di successo che coinvolgono diversi segmenti del mercato. Queste strategie possono di volta in volta comportare cambiamenti nella pratica artistica per esprimere meglio il lavoro dell’artista nel suo complesso; o fare riferimento ai dialoghi tra il committente e l'artista nell’ambito della stessa commissione. In che modo la creazione di nuovi linguaggi, stili, modelli e mode, nuovi soggetti o nuovi media plasma la percezione e il valore della pratica dell'artista? In che modo le reti agisconoe e come esse stesse rientrano nelle strategie di comunicazione? In tutti questi modi – e altri ancora – la comunicazione si rivela essenziale nei vari mercati dell’arte, sia nel consolidare gli esistenti, sia nel crearne di nuovi.

 

Comitato scientifico e organizzativo

Paolo Coen, Facoltà di scienze della comunicazione dell'Università di Teramo, Italia

Elisabetta Lazzaro, Creative Economy-HKU University of the Arts Utrecht, Paesi Bassi

Raffaella Morselli, Facoltà di scienze della comunicazione dell'Università di Teramo, Italia

Nathalie Moureau, ART-Dev University Paul Valéry Montpellier 3, Francia

Adriana Turpin, IESA e Institute of Historical Research, Londra, Regno Unito

 

 

 

 

Altri riferimenti

 

 

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.