Mappa del Sito
News dall'accademia
19/nov/2019 - 19/nov/2019

Seminario
Leonardo e l’architettura

 

Accademia Nazionale di San Luca

Palazzo Carpegna

piazza dell’Accademia di San Luca 77, Roma

 

Introduce e coordina

Francesco Moschini

 

Intervengono

Fabrizio Ivan Apollonio, Gianna Bertacchi, Howard Burns

Emanuela Ferretti, Francesco Paolo Fiore, Sabine Frommel, Marco Gaiani

Bernard Kolb, Sara Taglialagamba, Dirk Zimmermann.

 

Martedì 19 novembre 2019 dalle ore 16.00, presso Palazzo Carpegna, sede dell’Accademia Nazionale di San Luca, si terrà il seminario Leonardo e l’architettura, pensato in occasione della pubblicazione del volume Leonardo da Vinci: Architektur und Erfindungen, (Belser, Stuttgart, 2019), contenente circa 90 disegni di architettura e di invenzioni tecniche del grande artista e inventore.

L’analisi dei disegni architettonici di Leonardo continua ad essere una sfida per gli studiosi. La maggior parte dei bozzetti e dei disegni risulta incompiuta e diverse fasi della riflessione dell’artista s’intrecciano e si sovrappongono spesso in modo poco intelligibile. Se finora questi disegni, - concernenti l’architettura religiosa, pubblica, privata fino alla città ideale e alle fortificazioni -, sono stati considerati come un fenomeno isolato, il convegno si propone l’obiettivo di collocarli nel contesto della produzione grafica della fine del Quattrocento e del Primo Cinquecento. Cercheremo di analizzare anche i suoi metodi di progettazione e, in alcuni progetti di dimore, l’influsso delle idee dei suoi committenti. Un’attenzione particolare sarà rivolta all’assimilazione di modelli di Francesco di Giorgio, Giuliano da Sangallo e di Bramante e al problema di uno sviluppo tipologico e stilistico delle sue forme architettoniche. Saranno inoltre presi in considerazione i progetti per il castello di Romorantin commissionato da Francesco I e il loro ruolo nella migrazione di alcune idee del Rinascimento italiano al di là delle Alpi, con particolare sguardo verso la Francia. Alcuni interventi si basano sull’ausilio di tecnologie grafiche recenti, come la restituzione virtuale dei disegni, che assicurano un nuovo sguardo su alcuni progetti e allargano i criteri critici della loro esegesi. Sarà presente l’editore Belser.

 

Programma

 

16h00  Introduce e coordina

Francesco Moschini (Accademia Nazionale di San Luca)

 

16h15 Bernard Kolb e Dirk Zimmermann (Belser Verlag): la pubblicazione Leonardo da Vinci: Architektur und Erfindungen  (Belser 2019)

 

16h30 Sabine Frommel (EPHE, PSL): Leonardo e l’architettura

 

17h00 Howard Burns (Scuola Normale Superiore, Pisa): Discutere, Progettare, Comunicare: Contesti e funzioni del disegno rinascimentale d’architettura

 

17h30 Francesco Paolo Fiore (La Sapienza, Roma): Leonardo e il fiancheggiamento in alzato

 

18h00 Emanuela Ferretti (università di Firenze): Leonardo e l’architettura: la multiscalarita e il valore epistemologico del disegno

 

18h30 Sara Taglialagamba (EPHE/Museo Galileo): Leonardo e gli edifici d’acqua

 

19h00 Fabrizio Ivan Apollonio/ Gianna Bertacchi/Marco Gaiani (università di Bologna): Il tiburio della cattedrale di Milano

 

19h30 Dibattito e conclusione

 

 

 

 

 

 

Altri riferimenti

 

 

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.